Rientro a scuola nel 2021: dal 7 gennaio torna in classe il 50% degli studenti

Rientro a scuola nel 2021: dal 7 gennaio torna in classe il 50% degli studenti

Per il rientro a scuola nel 2021, nella data di lunedì 28 dicembre il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha posto la sua firma sull'ordinanza che regolamenta il ritorno in classe per gli studenti delle scuole superiori. Dal giorno dopo l'Epifania fino al 15 gennaio 2021 il ritorno sui banchi interesserà il 50% dei ragazzi che frequentano gli istituti scolastici secondari italiani di secondo grado. L'altro 50% verrà erogato attraverso le attività di didattica digitale integrata. A tale riguardo, i docenti di ruolo che sono in possesso della Carta del Docente hanno tempo fino al 31 dicembre per acquistare strumentazioni utili per la Did.

Rientro a scuola il 7 gennaio 2021 per il 50% degli studenti

L'ordinanza che fissa il rientro a scuola il 7 gennaio 2021 per il 50% degli studenti è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale in data martedì 29 dicembre 2020.

Dopo il termine prestabilito del 15 gennaio verrà annunciato un nuovo DPCM e in quell'occasione il Governo deciderà se aumentare il numero di presenze in classe e, di conseguenza, diminuire le attività svolte in modalità di didattica a distanza.

Un pronostico piuttosto plausibile prevede che dalla seconda metà di gennaio il ritorno sui banchi possa interessare il 75% degli studenti delle scuole superiori. Se questa evenienza venisse soddisfatta allora la DID si ridurrebbe a solo un quarto, ovvero alla ragione percentuale del 25%.

Trasporti, screening e orari scaglionati

Per il rientro a scuola nel 2021 un ruolo chiave ce l'avranno anche le Regioni e le Province Autonome.

Questi enti, infatti, dovranno cercare di ottimizzare al meglio il trasporto pubblico, dovranno incentivare attività di screening per gli attori del sistema scolastico e dovranno garantire l'osservanza delle disposizioni fissate dai vigenti protocolli nazionali.

Le scuole, dal canto loro, dovranno pensare a scaglionare gli orari di ingresso e di uscita delle classi, a migliorare la logistica degli edifici e a effettuare puntuali sanificazioni durante l'arco della giornata.

Questo surplus di attività, impegni e mansioni potrebbe necessitare di nuovi supplenti e di nuovo personale ATA ed anche per questo motivo chi aspira a ricoprire un ruolo di insegnante o di collaboratore scolastico può candidarsi in qualunque momento inviando una MAD Online.

Compila subito la tua mad